Chocolate Chip Cookies

Di ritorno dal mio primo viaggio nei USA di cui vi racconterò più avanti, mi porto dietro un dolce e goloso ricordo newyorkese: i chocolate chip cookies

Il biscotto più famoso degli Stati Uniti 🇺🇸 nasce negli anni ‘30 in Massachusetts dalle mani di Ruth Wakefield e come tante scoperte nei campi più diversi non nasce da un esigenza o da un’intuizione ma da un ingrediente mancante. Ruth,proprietaria di un lodge in stile coloniale, mentre preparava dei biscotti al burro per i suoi clienti si accorse di non avere il Baker’s chocolate, un tipo di cioccolato amaro che si scoglieva da usare in cottura, decise quindi di usare una barretta di cioccolato semidolce ridotta in piccoli pezzi regalatale dal suo amico Andrew Nestlè. Sfornando i biscotti si accorse che le scaglie di cioccolato non si erano sciolte ma erano rimaste morbide ma integre e quando li servi ancora tiepidi furono un trionfo. Da allora la ricetta finì da un giornale di Boston fino alla radio decretandone un successo ancora oggi immutato.

Devo ammettere che cominciare la giornata con un cookie 🍪 tiepido è una vera carica di energia. Al primo morso la sua croccantezza esterna lascia il posto alla morbidezza interna del suo impasto di zucchero scuro di canna, burro e scaglie morbide di cioccolato caldo e tutto questo accompagnato da un profumo inebriante.

Preparare questi biscotti è davvero semplice, gli ingredienti non sono tanti ma l’importante è che siano di qualità a partire dalla scelta dello zucchero fino alle uova.

Di seguito vi lascio la ricetta che ho usato per prepararli. Io ho usato quella classica ma ne esistono altre con varie varianti a partire dalla qualità di zucchero fino al l’aggiunta di spezie o aromi differenti quali caffè, noci,cannella.

Ingredienti

• 260 g di farina

• 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio

• 1/2 cucchiaino di sale

• 170 g di burro morbido

• 220 g di brown sugar

• 100 g di zucchero bianco

• 1 cucchiaino di estratto di vaniglia(o una bustina di zucchero vanigliato)

• 1 uovo intero

• 1 tuorlo d’uovo

• 300 gr di gocce di cioccolato amaro

Preparazione

In una ciotola, mischia con la frusta elettrica il burro, il brown sugar e lo zucchero bianco. (Se usi lo zucchero vanigliato, aggiungilo ora).

Aggiungi l’estratto di vaniglia , l’uovo intero e il tuorlo e mischia di nuovo.

Incorpora la farina con il sale e il bicarbonato di sodio, ed aggiungili all’impasto. Mischia di nuovo con la frusta elettrica.

Aggiungi infine le goccia di cioccolato  (questa volta sarà meglio usare un cucchiaio in legno per mischiare).

Fai riposare l’impasto nel frigo per una ventina di minuti. Nel frattempo puoi far riscaldare il forno a 170°C, e preparare le teglie.

Non appena l’impasto è freddo (o almeno fresco), fai delle palline aiutandoti con due cucchiaini. Disponile sulla teglia ben distanziate in quanto cuocendo si espanderanno.

Fai cuocere per circa 15 minuti, tenendo d’occhio. Il tempo di cottura può variare a seconda del forno, della grandezza e della quantità di cookies…..Quindi non allontanarti dalla cucina! Posso assicurarti che un minuto o due fanno la differenza per ottenere biscotti morbidi o secchi!

I cookies sono pronti quando sono leggermente dorati, ma devono essere ancora un po’ morbidi se li schiacci col dito (senza scottarti!). Quando i cookies sono cotti, tirali fuori dal forno e lasciali riposare per qualche minuto. Saranno troppo fragili per poterli spostare.

Quando si saranno induriti, spostali su una griglia per farli raffreddare completamente.

In teoria i cookies si conservano per qualche giorno in una scatola di metallo. In pratica, non ce ne saranno praticamente più prima che diventino completamente freddi!

Buona preparazione e fatevi avvolgere dal loro profumo appena sfornati😋

Published by

Chicca Napolitano

Travel e food blogger.

10 thoughts on “Chocolate Chip Cookies

  1. Il tuo post mi ha ricordato un aneddoto che raccontava spesso mia nonna.
    Lei diceva che da bambina aspettava tutto l’anno che arrivasse il Natale, perché sapeva che per quella festa le sarebbe stato regalato un cioccolatino. Allora quel minuscolo pezzo di cioccolata era un lusso inimmaginabile, che ci si poteva permettere appunto soltanto una volta l’anno. Adesso invece, diceva mia nonna, se ho voglia di un po’ di cioccolata vado al supermercato e me ne compro una stecca larga così e spessa così per un euro e spiccioli.
    Mia nonna ci faceva questo paragone per farci capire che adesso ogni giorno é festa, ogni giorno é Natale, perché ora possiamo permetterci di fare tutti i giorni delle cose che soltanto pochi anni fa erano delle comodità inaccessibili. E quindi finiamo per darle per scontate, non le apprezziamo nella giusta misura e non siamo mai contenti. Sei d’accordo?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.